Ecco perché la pubblicità non ti porta nessun cliente

Articolo Marketing
Ecco perché la pubblicità non ti porta nessun cliente

Ecco perché la pubblicità non ti porta nessun cliente

Di’ la verità anche tu come la gran parte di persone hai speso e speso soldi in pubblicità su Facebook o su Google…e chi più ne ha più ne metta, con risultati imbarazzanti che ti è sembrato prendere i soldi e tirarli nel cestino, vero? Tranquillo NON è colpa tua, le migliori aziende sono inciampate nello stesso errore, il problema è che nessuno ti ha spiegato come stanno le cose.
Andiamo per gradi...
Perché succede questo? E soprattutto cosa fare per NON ricadere nel vortice viziato?
Intanto la cosa che ti consiglio di fare subito è SSSSSSTOOOOOOPPPP!!!!
Si hai capito bene, F-E-R-M-A-T-I!!! tira il freno a mano un attimo, come finisci di leggere l’articolo avrai ben chiaro il perché ti sto dicendo tutto questo. ;-)
Adesso, ti faccio qualche domanda che ti invito a rispondere con tutto il tempo che ti serve, per capire concretamente aspetti fondamentali di tutto quello che hai fatto e continui a fare.



1)    Qual è l’obiettivo tuo principale?

a.     Acquisizione clienti
b.     Fidelizzazione dei clienti attuali
c.     Popolarità del brand
d.     Non ho un obiettivo

2)    Il tuo brand quanto è efficiente?

a.     Si ricorda facilmente ed è unico, inoltre rappresenta alla perfezione l’azienda e i suoi valori
b.     L’ho fatto fare dal cugino
c.     Cos’è il brand?
d.     Ho C.P.D.A di Pippo e Pluto, questo è il brand?

3)     Quanto è coerente la struttura e il tuo negozio con i valori aziendali?

a.     L’ambiente in cui ho il negozio è di nicchia, ci sono persone di alto livello, la struttura è stata realizzata da un architetto sulla base di direttive che lo specialista marketing ha dato che sono in linea con i valori aziendali
b.     Non so di che cosa stai parlando
c.     Non ho un negozio
d.     Vendo un prodotto di nicchia, ma la location non la rappresenta

4)    Hai un sito web che converte?

a.     Ho un sito web che ha una conversione uguale o superiore al 5-10%
b.     Non so quante visite ha il mio sito
c.     Ho una frequenza di rimbalzo superiore al 70%
d.     Non ho un sito web, è importante?


Se le tue risposte sono diverse dalla A, va da sé che riattivare la tua campagna è la peggior strategia che al momento puoi applicare!
Ciò che è fondamentale, viene prima della campagna stessa. Non puoi occuparti della visibilità se poi il processo di conversione che hai non è attivo e non è efficiente!

Il processo di conversione, parte da te dal servizio che offri (Valore Reale), per poi arrivare alla percezione che hanno le persone del tuo prodotto/servizio/azienda (Valore Percepito®), questo è il modo in cui iniziare a ragionare per ottenere risultati differenti!

 

L’utente che ti conosce ha già toccato con mano quello che è il tuo valore reale, conosce la qualità e la soddisfazione o meno del tuo prodotto servizio, questo permetterà al tuo cliente di:

a)    Ritornare da te
b)    Consigliare il tuo prodotto/servizio

 
Ma cosa succede per chi non conosce ancora il tuo prodotto o servizio?

L’utente vede

1)    Il tuo brand
2)    Il tuo sito
3)    La tua comunicazione Social

 

Questi 3 elementi, caratterizzano buona parte del Valore Percepito il risultato di questo parametro darà un messaggio INCONSCIO al tuo potenziale cliente: AFFIDABILITA’ o NON AFFIDABILITA’
Questo permetterà di stare sul tuo sito web più di 3 secondi, a questo punto il tuo sito web deve  fare SOLO UNA COSA!: C-O-N-V-E-R-T-I-R-E!
 

Utente -> Visita sul sito -> Contatto

Questa è l’unica funzionalità che il sito web deve avere, se non fa questo non hai un sito web, hai una brochure digitale!
Solo dopo aver creato i pilastri del marketing, puoi fare campagne sui social o su Google, in che modo?

Puntando esclusivamente al tuo target!

ti è piaciuto l'articolo? condividilo su: