Branding: le decisioni sulla marca

Articolo Marketing
Branding: le decisioni sulla marca

Branding: le decisioni sulla marca

Che vi piaccia o no, di fronte un prodotto o un'azienda il Brand a livello inconscio ha un certo impatto! La capacità che più si distingue nei marketing manager di successo è proprio l'abilità legata alla creazione del brand.

Una marca identifica il produttore, l'azienda o il prodotto; pertanto il brand può aggiungere o togliere valore al prodotto stesso.

L'effetto è che le marche assumono un significato che va oltre le caratteristiche del prodotto stesso, un esempio è dato prendendo ad esempio la Coca Cola e la Pepsi.

E' stato fatto uno studio sul sapore della Coca Cola rispetto alla Pepsi in cui diversi soggetti sono stati collegati a macchinari elettroencelofralografici durante il consumo delle bevande.

Quando le bibite sono state presentate senza brand e quindi in modo del tutto anonimo, le preferenze dei consumeratori erano in egual misura, ma quando ciascuna è stata identificata con la propria marca il 75% ha optato per la Coca Cola e solo un 25% per la Pepsi.

Inoltre la cosa interessante è stata vedere le aree celebrali maggiormente eccitate nel momento in cui bevevano la Coca Cola: il controllo congnitivo e la memoria.

 

Secondo alcuni studi, la ragione sta nel radcamento culturale dell'immagine del brand: la caratteristica bottiglia della Coca Cola ha quasi un secolo di vita; inoltre il rosso acceso e brillante delle lattine e l'inconfondibile carattere corsivo del logo unita all'associazione del prodotto con immagine iconiche come Babbo Natale e gli orsi polari ne rafforzano il valore.

 

In conclusione, la preferenza non si basa esclusivamente sul gusto, ma i signfiicati connessi al brand fanno la differenza.

Le marche aiutano gli acquirenti e i consumatori sanno che scegiendo quella marca avranno i medesimi benefici e la stessa qualità ad ogni acquisto.

E il tuo brand che cosa trasmette alle persone?

 

 

 


ti è piaciuto l'articolo? condividilo su: